Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
CeRA - Centro Interdipartimentale di Ricerca per la Valorizzazione degli Alimenti

Progetto EXTRANUTRAOILS

Progetto:
Qualità tracciata nella filiera olivicolo-oleario per la produzione di olio extravergine di oliva come alimento naturalmente funzionale per la prevenzione delle patologie cronico-degenerative non trasmissibili

 

Acronimo:

EXTRANUTRAOILS

 

Referente:

Prof.ssa Annalisa ROMANI, Dipartimento di Statistica, Informatica, Applicazioni "G. Parenti" (DISIA)


Obiettivo:

La filiera olivicolo-olearia ad oggi gode di grande interesse da parte di ricercatori, agronomi e nutrizionisti ma evidenzia ancora grandi limiti sia dal punto di vista di tracciabilità della qualità agronomica che colturale che tecnologica pur avendo come prodotto finito un olio extra vergine (EVOO) che gode di grandissima valenza dal punto di vista delle produzioni territoriali italiane, come patrimonio della dieta mediterranea sino a diventare oggi unico alimento al quale possa essere apposto in etichetta un claim salutistico di prevenzione delle patologie cardiocircolatorie, riconosciuto da EFSA e FDA. Dal punto di vista agronomico e colturale l’Italia vanta varietà/cultivar di pregio, un germoplasma nazionale da tutelare come biodiversità mostrando necessità e criticità nel monitoraggio sia dal punto di vista qualitativo che della sicurezza biologica.

Obiettivo del progetto sarà quello di tracciare secondo metodi innovatiti le diverse fasi del processo olivicolo-oleario allo scopo di potenziare qualità e sicurezza del prodotto olio extra vergine di oliva (EVOO) italiano “dall’oliveto alla bottiglia per la salute del consumatore”, secondo criteri integrati di sostenibilità sia ambientale che economica mirati anche a valorizzare le caratteristiche organolettiche, di qualità tracciata e di stabilità dell’EVOO, a garanzia anche delle proprietà salutistico-nutrizionali necessarie a poter comunicare la valenza di tale prodotto alimentare sia secondo i criteri della dieta mediterranea sia a poter correttamente apporre in etichetta il claim salutistico EFSA come preservative delle patologie cardiocircolatorie e invecchiamento correlate.



Partner:

  • PIN SCRL-Università degli Studi di Firenze
  • Università di Roma Tor Vergata- Dipartimento di Medicina dei Sistemi
 
ultimo aggiornamento: 03-Ago-2019
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Home Page

Inizio pagina